Tutte le notizie sui trend alimentari più innovativi

molino-favero-af-gp.gif
Venerdì, 18 Settembre 2020 06:31

I probiotici aiutano a gestire l'obesità infantile

 

L’obesità è uno dei principali problemi di salute pubblica nel mondo, perché considerata un fattore di rischio per il diabete e le malattie cardiache. Il trattamento e la prevenzione di questa patologia rappresentano una sfida, specie nei bambini e negli adolescenti. Secondo un recente studio presentato alla European Society of Endocrinology, integratori probiotici e una dieta a calorie controllate possono aiutare a gestire l'obesità nella popolazione più giovane.
I bifidobatteri, nello specifico, sono un gruppo di batteri probiotici che fanno parte del microbioma intestinale naturale e aiutano a prevenire l’infezione da altri batteri, come E. coli, e la digestione di carboidrati e fibre alimentari. Durante la digestione, rilasciano acidi grassi a catena corta, che svolgono un ruolo importante per la salute dell'intestino e il controllo della fame. Un ridotto numero di bifodobatteri può compromettere la digestione, influenzare l’assunzione di cibo e il dispendio energetico, portando ad aumento di peso corporeo e all’obesità.
Sebbene studi precedenti avessero già rilevato effetti positivi dell'integrazione di probiotici con bifidobatteri sul ripristino della composizione del microbioma intestinale, quale potenziale approccio per la gestione dell'obesità, la nuova ricerca utilizza miscele di diversi ceppi di probiotici e non esamina gli effetti della sola somministrazione di bifidobatteri.
Flavia Prodam e il gruppo di ricerca presso l'Università del Piemonte Orientale hanno studiato l'impatto del trattamento probiotico dei bifidobatteri in bambini e adolescenti con obesità su una dieta controllata, sulla perdita di peso e sulla composizione del microbiota intestinale. 100 bambini e adolescenti obesi (6-18 anni) sono stati sottoposti a una dieta a calorie controllate e hanno ricevuto, in modo casuale, i probiotici Bifidobacterium breve BR03 e Bifidobacterium breve B632 o un placebo per 8 settimane. I ricercatori hanno eseguito analisi cliniche, biochimiche e di campioni di feci per determinare l'effetto dell’aggiunta di probiotici sull'aumento di peso, sul microbiota intestinale e sul metabolismo.
I risultati hanno evidenziato una riduzione della circonferenza della vita, dell'IMC, della resistenza all'insulina e dell'E. coli nell'intestino nei soggetti che avevano assunto i probiotici, dando prova dell'efficacia e della sicurezza dei due ceppi selezionati nel trattamento dell'obesità in una popolazione più giovane, modificando l'ambiente del microbioma intestinale e influendo positivamente sul metabolismo.Il prossimo passo della ricerca sarà creare una strategia di perdita di peso personalizzata e decifrare più chiaramente il ruolo della dieta e dei probiotici sulla composizione del microbioma al fine di comprendere in che modo il microbiota si differenzi nei giovani con obesità.

www.sciencedaily.com

 

Letto 97 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

af-20-3-af.jpg

Dove trovare la nostra rivista

Virtual Show 1-3 dicembre 2020 - Francoforte, Germania

Virtual Show 1-3 dicembre 2020 - Francoforte, Germania

nuove date 15-17 marzo 2021 Rimini

nuove date 15-17 marzo 2021 Rimini

NUOVA DATA 22-25 aprile 2021 - Bologna

NUOVA DATA 22-25 aprile 2021 - Bologna

5-7 ottobre 2021 - Ginevra, Svizzera

5-7 ottobre 2021 - Ginevra, Svizzera

Acquista i nostri libri

Acquista i nostri libri

SCARICA LA NOSTRA APP

pi_app.jpg
ce_app.jpg
Copyright © - 1998-2020 Chiriotti Editori s.r.l. All rights reserved
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - Tel. +39 0121 393127 - Fax +39 0121 794480 - P. IVA 01070350010

Chiriotti DEM Popup