Tutte le notizie sui trend alimentari più innovativi

biohealth-idrobasic.jpg
Lunedì, 18 Aprile 2022 08:16

Italiani più attenti alla salute che alla dieta

 

 

Il primo motivo che spinge noi italiani a guardare le etichette alimentari è controllare la scadenza dei prodotti, non meno importante è individuare la provenienza geografica come pure verificare l’assenza di sostanze dannose per la salute. Determinante, al momento dell’acquisto, è l’attenzione al Made in Italy e all’indicazione geografica. Questo è quanto rivela una ricerca di Banco Fresco, catena food retail del fresco appunto.
Il free from, riferito in prima battuta ad antibiotici e poi a conservanti, zuccheri e polifosfati, è ciò che rende un’etichetta convincente. Siamo più attenti alla salute che alla dieta: individuiamo negli additivi le sostanze più dannose, più del sale, dello zucchero e dei grassi in generale.
Mentre guardare l’etichetta (prima dell’acquisto) è un’abitudine per il 90% dei consumatori, prova di uno stile di vita più sano (per cui il “contenuto” supera il valore del marchio e l’attività di promozione), e mentre il Ministero della Salute sintetizza informazioni e normativa vigente al riguardo in un documento per promuovere una corretta lettura, ci si chiede quanto siamo realmente preparati.
Il sistema di etichettatura in vigore è ritenuto abbastanza chiaro: per il 78% riconosciamo le differenze tra diciture simili – come ad alto contenuto di fibre e fonte di fibre – e siamo informati su aspetti collegati all’esame del contenuto delle confezioni. Solo un quarto del campione dell’indagine non era a conoscenza della regola secondo cui gli ingredienti sono elencati dal più al meno presente e più della metà conosce gli elementi obbligatori per legge che devono figurare in etichetta (ovvero ingredienti, scadenza, presenza di allergeni, quantità netta, valori nutrizionali, provenienza geografica). Solo un terzo del campione ha dimostrato, inoltre, di avere ben chiaro il significato della dicitura Consumare entro.
L’altro aspetto di un cambiamento culturale in atto è l’attenzione allo spreco. Alla data di scadenza dei prodotti, nel 60% dei casi si verifica che le proprietà organolettiche non siano cambiate e, se possibile, si preferisce consumarli comunque. Qualità, convenienza e stagionalità sono, dunque, elementi di rilievo, che mettono in luce abitudini e comportamenti del consumatore, attento e attratto sempre più da un modello ispirato al “mercato di una volta”, incentrato cioè sulla vendita dei freschi.

 

https://bancofresco.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

af-22-1-insta.jpg

Dove trovare la nostra rivista

2-5 giugno 2022 Rimini

2-5 giugno 2022 Rimini

7-8 giugno 2022 Barcelona, Spagna

7-8 giugno 2022 Barcelona, Spagna

23-24 novembre - Milano

23-24 novembre - Milano

6-8 dicembre 2022 - Parigi, Francia

6-8 dicembre 2022 - Parigi, Francia

21-25 gennaio 2023 Rimini

21-25 gennaio 2023 Rimini

Acquista i nostri libri

Acquista i nostri libri

SCARICA LA NOSTRA APP

pi_app.jpg
ce_app.jpg

Pasticceria Internazionale

Pasticceria Internazionale

FoodExecutive

FoodExecutive
Copyright © - 1998-2022 Chiriotti Editori s.r.l. All rights reserved
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - Tel. +39 0121 393127 - Fax +39 0121 794480 - P. IVA 01070350010

Chiriotti DEM Popup