Tutte le notizie sui trend alimentari più innovativi

avdreform-u-care.jpg

Alberto

Molti alimenti - che si tratti della mozzarella sulla pizza, dell'olio d'oliva nell'insalata o della salsa olandese durante la stagione degli asparagi - contengono grassi. Gli acidi grassi contenuti in questi alimenti sono tra le sostanze nutritive essenziali di cui la gente ha bisogno per sopravvivere. Quando si mangia più acidi grassi di quelli che il corpo può convertire immediatamente in energia, la quantità extra è immagazzinata nei tessuti come una sorta di riserva.

La quantità di acidi grassi trasportati dal sangue ai tessuti e lì depositati è determinata da una vasta gamma di fattori. I ricercatori del Max Delbrueck Center for Molecular Medicine della Helmholtz Association (MDC) hanno identificato uno di questi fattori nella proteina EHD2: se questa proteina manca completamente, le cellule che immagazzinano i grassi assorbono una quantità significativamente maggiore di acidi grassi dall'ambiente cellulare. È stato scoperto che le persone in sovrappeso producono meno EHD2 rispetto alle persone di peso normale e sulla base di queste nuove intuizioni, i ricercatori suppongono che l'EHD2 controlli un percorso metabolico che regola l'assorbimento degli acidi grassi nelle cellule adipose. Questo percorso è modificato in condizioni di obesità, come scrivono i ricercatori sulla rivista PNAS.

Come proteina di membrana, l’EHD2 risiede all'interno delle cellule muscolari e adipose. Durante la piegatura verso l'interno della membrana cellulare, si formano piccole strutture a forma di fiaschetta chiamate caveole. Queste o rimangono sulla superficie della membrana cellulare o pizzicano e portano materiale estraneo - come gli acidi grassi – 

all’interno della cellula. Questo processo è noto come endocitosi e si ipotizza che la proteina EHD2 si assembli in strutture ad anello intorno al collo delle caveole bloccando il processo.

I ricercatori hanno lavorato con topi in cui il gene EHD2 era stato disattivato. Utilizzando un microscopio elettronico, hanno osservato che, rispetto ai topi normali, molte più caveole si erano staccate dalla membrana, è stato determinato che l'assorbimento degli acidi grassi era maggiore nelle cellule prive di EHD2 e che le goccioline lipidiche, accumuli intracellulari di grasso, erano più grandi in queste cellule.

Sono anche stati studiati campioni di tessuto di uomini e donne con diverso peso corporeo. È stato scoperto che nelle persone in sovrappeso (indice di massa corporea di 25 o superiore), le cellule producono meno EHD2 rispetto alle persone magre.

af-20-3-af.jpg

Dove trovare la nostra rivista

Virtual Show 1-3 dicembre 2020 - Francoforte, Germania

Virtual Show 1-3 dicembre 2020 - Francoforte, Germania

nuove date 15-17 marzo 2021 Rimini

nuove date 15-17 marzo 2021 Rimini

NUOVA DATA 22-25 aprile 2021 - Bologna

NUOVA DATA 22-25 aprile 2021 - Bologna

5-7 ottobre 2021 - Ginevra, Svizzera

5-7 ottobre 2021 - Ginevra, Svizzera

Acquista i nostri libri

Acquista i nostri libri

SCARICA LA NOSTRA APP

pi_app.jpg
ce_app.jpg
Copyright © - 1998-2020 Chiriotti Editori s.r.l. All rights reserved
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy - Tel. +39 0121 393127 - Fax +39 0121 794480 - P. IVA 01070350010

Chiriotti DEM Popup